Corsi 2021-2022 -Sessione estiva: il programma   

Lab. 8/14 anni

SESSIONE ESTIVA (26-31 luglio 2021)

Sede dei corsi: Istituto P. Monti - Arco (TN)

 

IL CANTO GREGORIANO PER I PIÙ PICCOLI E RAGAZZI (a partire da 8 anni)

Laboratorio vocale propedeutico e teorico per lo studio della monodia sacra

► Intoniamo il suono della parola: connubio fra testo sacro e purezza vocale

Repertorio: Antifone dell’Ufficio delle Ore con intonazioni salmodiche e parti dell’Ordinarium Missae.

L'organizzazione di un corso di Canto Gregoriano per i più piccoli può sembrare un'operazione anacronistica, non in linea con le "mode didattiche" del nostro tempo. È nostra convinzione invece, di quanto possa essere utile portare i giovani verso la scoperta di un mondo più riflessivo dove agiscano semplici componenti legate alla tranquillità, al controllo della propria voce in relazione al testo cantato. La creatività che si sposa con il rigore dei segni guidati dalla sacra Parola.

► Docenti:

Franco Radicchia e Caterina Becchetti

Orari: da lunedì 26 a venerdì 30 luglio, dalle 16.30 alle 19.00. Le lezioni saranno articolate come segue: dalle 16.30 alle 17.30 studio della notazione gregoriana, dalle 17.45 alle 19.00 laboratorio corale attivo. Venerdì 30 concerto serale. Sabato 31 luglio mattina celebrazione eucaristica.

N.B.:  Le iscrizioni al laboratorio corale per bambini e ragazzi si effettuano tramite il modulo apposito di questo sito, compilando i campi richiesti con i dati di chi esercita la patria potestà e indicando nello spazio per le comunicazioni il nome e l'età dell'allievo.

 

I CORSO FONDAMENTALE

 

► Teoria e pratica:

Elementi propedeutici e introduttivi

• Contesto musicale, storico e liturgico

• Il tetragramma e la notazione quadrata

Il repertorio gregoriano

• Struttura della Messa

• Struttura dell'Ufficio

• I principali libri liturgici di canto gregoriano e le edizioni attuali 

Elementi di Paleografia musicale

• Il neuma

• Il concetto di notazione adiastematica

• Notazione neumatica e notazione quadrata

• I neumi monosonici nella scrittura di San Gallo e di Laon

► Docente:

Riccardo Zoja (teoria e pratica)

► Laboratori corali:

Susi Ferfoglia (laboratorio corale, voci femminili)

Mariusz Białkowski (laboratorio corale, voci maschili)

 

II CORSO FONDAMENTALE

 

► Teoria e pratica:

• Eugène Cardine e Luigi Agustoni: due figure essenziali

• Introduzione alla Semiologia Gregoriana

• Lo sviluppo dei neumi: dal segno monosonico alle forme polisoniche sviluppate

• Introduzione alla modalità

• Elementi di Storia della Messa

 

► Docente:

Claudio Accorsi (teoria e pratica)

► Laboratori corali:

Susi Ferfoglia (laboratorio corale, voci femminili)

Mariusz Białkowski (laboratorio corale, voci maschili)

 

III CORSO FONDAMENTALE

 

► Teoria e pratica:

• Semiologia gregoriana

• Forme neumatiche sviluppate e neumi di conduzione melodica

• Introduzione al fenomeno dell'"articolazione neumatica"

• Le tre categorie d’articolazione ritmica e le loro funzioni

• La liquescenza

• Elementi di Storia delle Forme

► Docente:

Luca Ronzitti (teoria e pratica)

► Laboratori corali:

Susi Ferfoglia (laboratorio corale, voci femminili)

Mariusz Białkowski (laboratorio corale, voci maschili)

CORSO SUPERIORE

 

► Teoria e pratica:

• Articolazione neumatica

• Analisi e interpretazione

• Direzione gregoriana

► Docente:

Alessandro De Lillo (teoria e pratica)

 

► Laboratori corali:

Susi Ferfoglia (laboratorio corale, voci femminili)

Mariusz Białkowski (laboratorio corale, voci maschili)

 
 

CORSO MONOGRAFICO

 

► Teoria e pratica:
 

O vere beata nox
Canto e Rito della Veglia Pasquale
La straordinaria vicenda liturgica e musicale della ‘Mater omnium Vigiliarum’, attraverso un percorso storico che - a partire dai primi secoli dell’esperienza cristiana - ne ha visto  il ruolo fondamentale nella nascita e nella formazione dell’Anno liturgico. I mutamenti attraverso il tempo che ne hanno articolato la struttura e la collocazione, quale conseguenza di una sorta di normativismo che l’ha distanziata dallo spirito sottolineato dai Padri della Chiesa. E poi  un progressivo ‘ritorno alle origini’ che, attraverso la ricchezza del repertorio gregoriano e dei testi eucologici, rende unici i vari momenti, a partire dal Lucernarium, per poi passare al canto del Praeconium cui fa seguito il ripercorrere la Storia della Salvezza attraverso la Liturgia Verbi ovvero la lettura delle Scritture vetero e neo testamentarie, alle quali sono abbinati testi esaltati dalle melodie gregoriane che, nella forma evoluta ed ornata della Salmodia responsoriale, si pongono come modelli unici ed insuperati. E ancora il solenne Annuncio della Risurrezione con le forme allelujatiche proprie, la Liturgia baptismalis  con il conferimento dei sacramenti dell’iniziazione cristiana che perpetua la primitiva accoglienza di catecumeni e la Liturgia eucharistica che, con repertorio gregoriano proprio, conclude e compie la celebrazione della Vigilia Paschalis in Nocte Sancta.

 

► Docente:

Giovanni Conti (teoria e pratica)

► Laboratori corali:

Susi Ferfoglia (laboratorio corale, voci femminili)

Mariusz Białkowski (laboratorio corale, voci maschili)