La sessione estiva 2018: un bilancio
Fotogruppo2018big.jpg

Si è chiusa con un bilancio estremamente positivo l’edizione 2018 dei corsi estivi internazionali promossi dall’A.I.S.C.Gre. Come sempre organizzati su livelli di formazione diversificati, l’appuntamento che da alcuni anni si tiene ad Arco, in provincia di Trento, ha raccolto una cinquantina di partecipanti provenienti, oltre che dall’Italia, anche da Spagna, Francia, Polonia, Svizzera.   

Un gruppo eterogeneo che ha trovato nei docenti di riferimento la guida per continuare o intraprendere un percorso di formazione la cui formula è collaudata con successo dal tempo e dai risultati raggiunti.

Leggi tutto ...

"Notum fecit. Cinque secoli di cantus firmi gregoriani"
Lectio magistralis del prof. Giovanni Acciai
palazzosegantiniarco-4381.jpg

Si terrà ad Arco (Trento) il 23 luglio 2020 alle ore 10.00, presso la Biblioteca di Palazzo Panni – durante la sessione estiva del 41° Corso Internazionale di Canto Gregoriano – la Lectio magistralis del prof. Giovanni Acciai
"Notum Fecit, Cinque secoli di cantus firmi gregoriani, da Perotinus a Monteverdi" è un excursus storico-musicologico sulla permanenza e sul costante utilizzo delle melodie gregoriane all’interno del tessuto polifonico, nel suo divenire attraverso i secoli.

Scompare in Francia la "madre" del Graduale Triplex
Marie-Claire Billecocq è morta a 87 anni nel suo monastero in Normandia
mc.jpg

Ancora abbiamo negli occhi il suo sorriso e la sua energia. Ce la ricordiamo così, instancabile esempio di fedeltà al Canto Gregoriano, suo compagno per tutta la vita. Nel suo monastero de La Chapelle Viel in Francia, nel tardo pomeriggio di oggi, lunedì, si è unita alla schiera delle voci celesti Marie-Claire Billecocq, che aveva vissuto il suo ultimo momento pubblico nel marzo dello scorso anno, ospite e nel contempo protagonista, del Convegno organizzato dall’AISCGre italiana per celebrare i 40 anni del Graduale Triplex. Marzo 2019, lei, che era stata all’origine della pubblicazione con la triplice notazione, non aveva rinunciato al nostro invito che l’aveva colmata di gioia. Insieme ai convenuti ad Assisi aveva potuto ripercorrere le tappe innanzitutto della sua formazione romana con Eugène Cardine straordinario padre sella Semiologia gregoriana, e poi dell’esperienza di co-fondatrice del nostro sodalizio agli inizi degli Anni ’70 del Novecento e, ancora, di parte essenziale per la realizzazione del libro che diede il via al processo di totale cambiamento del rapporto tra esecutore e fonti manoscritte. LEGGI TUTTO

41° CORSO INTERNAZIONALE DI CANTO GREGORIANO
SESSIONE INVERNALE ONLINE: 2-5 gennaio 2021
imm.jpg

La mutata situazione ci vede nell'esigenza di dover intervenire a proposito dell’appuntamento formativo di gennaio, in origine previsto a Cremona. Il Consiglio direttivo dell'A.I.S.C.Gre. dopo aver  vagliato tutte le ipotesi, ha scelto una formula che, siamo certi, potrà soddisfare buona parte delle vostre aspettative sia per i contenuti, sia per i mezzi ai quali negli ultimi mesi ci siamo dovuti abituare.
I Corsi previsti dal 2 al 5 gennaio 2021 si terranno pertanto online, secondo una struttura che permetterà la libera e completa fruizione dei Corsi A e B a tutti i nostri iscritti, che seguiranno le lezioni dei proff. Zoja, De Lillo e Conti, e del Corso monografico affidato alla guida del prof. Milanese.
Una conferenza del M. Padre Matteo Ferraldeschi è prevista per la serata di lunedì 4 gennaio e avrà come tema le antifone "O" dell'Ufficio Ritmico di San Francesco: il capolavoro poetico e musicale di Giuliano da Spira.

DIES GREGORIANI DI CATANIA
RINVIATI AD APRILE 2021
122450880_2547335585391437_3462912273288

Cari Amici, a seguito del DPCM del 18 ottobre scorso nel quale viene stabilito: «sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali che non si svolgono con modalità a distanza», il Comitato tecnico e il Comitato scientifico di DIES GREGORIANI, insieme a Sicilia gregoriana e l’Associazione Internazionale Studi di Canto Gregoriano, hanno deciso di rinviare l’incontro ai giorni 16-17-18 aprile 2021. Le modalità rimarranno invariate e il termine di iscrizione è fissato per il 15 marzo 2021. Ulteriori informazioni in relazione ai diversi momenti convegnistici (Tavola rotonda, Workshop, Concerti, Celebrazioni) saranno comunicati in seguito attraverso i consueti canali. I promotori ringraziano gli Enti pubblici e gli Sponsor che hanno assicurato il loro sostegno, come pure tutti coloro che – Cori e singoli – avevano segnalato la loro presenza a Catania. A tutti l’augurio di superare questo momento di difficoltà, unitamente a un cordiale arrivederci.

L'AISCGre PIANGE LA PERDITA DI P. MAURIZIO VERDE
image001.jpg

Questa notte, presso l’infermeria del Convento di Santa Maria degli Angeli, dopo progressivo aggravamento della sua malattia, è deceduto all'età di anni 58 il carissimo P. Maurizio Verde, docente A.I.S.C.Gre. e membro del Consiglio Direttivo della nostra Associazione.

P. Maurizio per tanti anni ha curato l’animazione liturgica della Basilica e diretto il Coro. La celebrazione delle esequie si svolgerà lunedì 18 gennaio alle ore 15 nella Basilica Papale di S. Maria degli Angeli in Porziuncola; la salma verrà quindi inumata nel Cimitero di S. Maria degli Angeli.

Per permettere di rendere omaggio e pregare in sicurezza, la camera ardente è stata allestita nel Refettorietto della Porziuncola.

Sarà possibile seguire in streaming la celebrazione delle esequie, sulla pagina Facebook "Frati Minori Assisi", dalla Web TV del sito www.porziuncola.org o tramite l'app "Frati Assisi".

Umiltà, Fede, Arte: l’impegnativa eredità di Padre Maurizio

Il doloroso accompagnamento al momento di una scomparsa che ha ancora un contorno irreale ha sconvolto da mesi tutta l’Associazione Internazionale Studi di Canto Gregoriano, che viene lasciata da un suo insostituibile protagonista scientifico, artistico, formativo, organizzativo e spirituale. Padre Maurizio, componente del Consiglio Direttivo della Sezione di lingua italiana, non può certo essere ricordato con riferimento esclusivo ad una passione e ad un’eccellenza artistica nel vivere questo ruolo, perché la sua presenza, il suo lavoro, il suo contributo sono stati ad ogni effetto uno slancio di guida dello Spirito, attraverso lo studio e la trasmissione delle profondità del Canto Gregoriano nei suoi significati espressivi, esegetici e teologici. Chiunque lo abbia avuto come docente nelle lezioni teoriche, nelle esercitazioni, nelle esecuzioni liturgiche o concertistiche ha per sempre scolpito nel proprio animo il senso profondo del suo lavoro, che si è basato concretamente sulla comunicazione di significanti dai quali il gregoriano prende vita: e li ha infusi manifestando, quasi senza volerlo, il radicamento della sua anima nelle profondità della Fede nel mistero e nella verità di Cristo. Padre Maurizio, nell’Associazione, è stato un autentico testimone dell’immortalità del Canto Gregoriano perché legato all'eternità del Verbo di Dio. Nel presiedere le numerose celebrazioni che lo hanno visto raccogliere attorno a sé docenti, studenti e specialisti associati ad AISCGre, il suo canto, riflessivo e luminoso, ha lanciato messaggi penetranti ed indelebili per ciascuno di coloro che con lui hanno condiviso la realtà liturgica: espressione perfetta dell’essenza del culto. I suoi contributi di studioso, il suo impegno organizzativo ed i suoi suggerimenti per corsi, convegni, liturgie e concerti saranno nella memoria e nel cuore di chi ha avuto il privilegio di lavorare accanto a lui nell'Associazione per la loro naturale ispirazione a quell’Humilitas che era parte di lui, che comunicava senza artificio, che sgorgava naturalmente dal suo viso e che ha informato tutta la sua vita: questa umanità, speciale ed aggregante, rimane in tutti i componenti dell’Associazione come segno di un’armonia e di un’intimità con Padre Maurizio Verde che continuerà a legarli in modo indissolubile ad un protagonista generoso che è stato esempio di unità tra vita, fede ed espressione artistica sacra, modello di esperienza della musica dell’esistenza.

Johannes Berchmans Göschl

ha studiato musica sacra al Pontificio Istituto di Musica Sacra in Roma e si è addottorato in Semiologia Gregoriana con dom Eugène Cardine (Solesmes). Dopo alcuni anni di insegnamento in alcuni istituti musicali è dal 1983 professore ordinario di canto gregoriano e liturgia all'Università della Musica di Monaco di Baviera. Insieme a Luigi Agustoni è autore dell'opera in tre volumi "Introduzione all'interpretazione del canto gregoriano", che riflette l'attuale stato di ricerca della semiologia gregoriana, e il cui primo volume è già stato tradotto e pubblicato nelle lingue italiana e francese, mentre il secondo e il terzo appariranno fra poco anch'essi tradotti nelle due lingue. E' docente ai corsi estivi annuali di canto gregoriano che si tengono a Cremona, inoltre in numerosi altri corsi gregoriani in tutto il mondo. Membro di giuria in vari concorsi. Dal 1999 è presidente dell'Associazione Internazionale Studi di Canto Gregoriano.

Juan Carlos Asensio

ha iniziato a studiare musica presso il coro di Voci Bianche di Santa Cruz del Valle de los Caídos per poi continuare presso il Conservatorio Reale Superiore di Musica (Musicologia, Flauto traverso, Direzione di Coro...). Collaboratore nei progetti musicali della Fondazione Caja de Madrid del Rism, ha pubblicato vari lavori su riviste specializzate assieme ad alcune trascrizioni del Codice di Madrid e del Codice de Las Huelgas. Nel 2003 ha pubblicato una monografia sul Canto Gregoriano per la casa editrice Alianza. È uno dei collaboratori dell’Atêlier de Paléographie Musicale dell’Abbazia di Solesmes e titolare della cattedra di Canto Gregoriano e Paleografia Musicale presso il Conservatorio Superiore di Musica di Salamanca e professore di Storia della Musica Medievale e Notazione presso la Scuola Superiore di Musica della Catalogna. È stato fondatore, nell’anno 2000, e primo presidente della AHisECGre (Associazione Ispanica per lo Studio del Canto Gregoriano) e curatore della rivista Estudios Gregorianos. Dal 1996 è direttore dell’ensemble Schola Antiqua.

P. Maurizio Verde ofm

salernitano, ha studiato nella sua città natale chitarra classica e pianoforte. Frate Minore dal 1982, sacerdote dal 1989, nel 1990 si è trasferito a Roma dove, presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra, ha studiato Canto Gregoriano con Giacomo Baroffio, conseguendo la Licenza. Ha studiato inoltre Direzione Corale con Walter Marzilli, Composizione con Italo Bianchi, Domenico Bartolucci e Valentino Miserachs Grau e organo con il maestro Alberto Cerroni. Cantore specializzato nel repertorio gregoriano, polifonico medievale e rinascimentale, svolge intensa attività concertistica ed ha al suo attivo numerose incisioni discografiche. Con l’Ensemble vocale “Kantores 96” diretto da Giacomo Baroffio, ha registrato due CD “Il Gregoriano: 1000 anni di musica” per la rivista musicale Amadeus. Con l’ensemble vocale “Octoechos”, di cui è stato cantore per diversi anni, ha inciso un cd sul repertorio gregoriano del Graduale di S. Marco di Venezia (Ed. Tactus). Numerose le tournée in Italia, e all’estero. Ha partecipato ad un progetto sperimentale attorno al canto gregoriano e la Musica elettronica in collaborazione con Giacomo Baroffio e docenti di composizione elettronica (Ceccarelli, Pappalardo e Cipriani). Intensa è l’attività di formazione musicale - liturgica nei seminari e negli istituti religiosi. Già collaboratore di P. Evangelista Nicolini, dopo la sua morte gli è succeduto nella carica di Direttore dei “Cantori di Assisi” fino al 2011. Collabora con diverse compagini corali come formatore all’interpretazione e alla pratica del canto gregoriano. Sempre in qualità di docente di Canto Gregoriano ha collaborato con l’Associazione “S. Michele Arcangelo” di Stroncone (Terni), è stato fondatore e direttore dell’Ensemble “S. Michele Arcangelo”, gruppo vocale maschile, specializzato nei repertori sacri monodici del Medioevo. Recentemente ha dato vita ad una nuova compagine di voci maschili per l’esecuzione liturgica e concertistica del Canto Gregoriano: la “Schola Gregoriana Assisensis”. Nel 2012 è stato invitato come docente delle esercitazioni corali nei corsi di canto gregoriano dell’AISGRE italiana tenuti a Cremona.

Un nuovo anello nel network gregoriano AISCGre
catania.jpg

Si allarga la serie di iniziative didattiche mirate e messe in atto a livello locale sul territorio italiano. Dal 26 Ottobre 2018 prende il via a Catania sotto l’egida della nostra Associazione  la III edizione del Corso di Canto Gregoriano Jubilate Deo. L’iniziativa, avviata con grande successo di iscritti e ritorno mediatico nel 2016, ha suscitato interesse per lo studio, l’indagine scientifica e l’applicazione pratico-esecutiva, specialmente liturgica, del Canto Gregoriano, di pari passo con una crescente ed articolata offerta formativa.

Leggi tutto ...

40° Corso Internazionale di Canto Gregoriano:
conclusa la sessione invernale
81924681_1762343450557325_75919787716079

Si è conclusa il 5 gennaio 2020 la sessione invernale del 40° Corso Internazionale di Canto Gregoriano dell'A.I.S.C.Gre. Quaranta corsisti da sette nazioni, guidati dai docenti Giovanni Conti, Angelo Corno, Alessandro De Lillo, Riccardo Zoja hanno segnato un'altra tappa del loro percorso formativo. Già fissato il prossimo appuntamento: 20-25 luglio 2020 ad Arco (Trento) per la sessione estiva del 41° Corso di Canto Gregoriano

꧁ CALL FOR PAPERS ꧂

L’ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE STUDI DI CANTO GREGORIANO – Sezione Italiana

in collaborazione con

Associazione Sicilia Gregoriana • Università degli Studi di Catania • Arcidiocesi di Catania

f

organizza dal 5 al 7 novembre 2021 a Catania:
TRE GIORNATE DI STUDIO ALLA RICERCA DELL’INDIVIDUAZIONE DI NUOVE MODALITÀ E NUOVI LINGUAGGI
PER INTRODURRE ALLA CONOSCENZA DEL CANTO GREGORIANO

TRADIZIONE E NUOVI LINGUAGGI

Come parlare di Canto Gregoriano a chi il Canto Gregoriano non lo conosce

Gli interessati devono inviare le proposte in formato abstract (max. 500 parole) e un breve CV entro il 30/09/2021 all’indirizzo:

info @ aiscgre.it

SCARICA QUI LA CALL FOR PAPERS